,

Sabato 21/10 ,domenica 22/10 ore 21,00 e domenica ore 18,00

BLADE RUNNER 2049

L’agente K è un blade runner della polizia di Los Angeles, nell’anno 2049. Sono passati trent’anni da quando Deckart faceva il suo lavoro. I replicanti della Tyrell sono stati messi fuori legge, ma poi è arrivato Niander Wallace e ha convinto il mondo con nuovi “lavori in pelle”: perfetti, senza limiti di longevità e soprattutto obbedienti. K è sulle tracce di un vecchio Nexus quando scopre qualcosa che potrebbe cambiare tutte le conoscenze finora acquisite sui replicanti, e dunque cambiare il mondo. Per esserne certo, però, dovrà andare fino in fondo. Come in ogni noir che si rispetti dovrà, ad un certo punto, consegnare pistola e distintivo e fare i conti da solo con il proprio passato.

,

Venerdì 20 /10 ARTE IN MOIVIMENTO inizio rassegna danza ore 21,00

FUGA – L’ultimo rifugio
Compagnia EGRI BIANCO DANZA coreografia di Raphael Bianco .

20
OTT
“FUGA” COR. DI RAPHAEL BIANCO

OTTOBRE 20 @ 21:00 – 23:00
Compagnia EgriBiancoDanza

Teatro San Lorenzo – via Ospedale 8, Giaveno
Biglietti a €12 intero e €8 se comprati presso Arte in Movimento via Susa 7, Giaveno

www.egridanza.com/eventi/fuga-giaveno
Spettacolo di grande attualità incentrato sul tema della Memoria, nato nel 2015 per il festival “Invito alla Danza” di Roma per una duplice esecuzione, versione teatrale e versione site specific al Bunker del Soratte.

La cornice del rifugio antiatomico del Soratte ispirò il coreografo Raphael Bianco a rappresentare situazioni di attesa, fuga, scampo, nell’ambiente claustrofobico di uno spazio che è stato testimone di sofferenza e strategie militari e dove danza e musica dal vivo interagiscono nella linea contemporanea di un dialogo aleatorio evocando suggestioni e stati d’animo attraverso l’interazione fra suono e gesto danzante.

,

Martedì 17 ottobre ore 21,00 Rassegna d’Essai biglietto unico 4 €

Fatah è un contadino che vive con la moglie e due figlie in un piccolo villaggio dell’Algeria. La sua passione è l’unica mucca che ha: Jacqueline. Da anni chiede di poter concorrere con lei al Salone dell’Agricoltura di Parigi e finalmente la sua costanza viene premiata: riceve l’invito. Messi insieme, con l’aiuto dei compaesani, i soldi necessari per la traversata e la sussistenza Fatah e Jacqueline partono. L’idea è quella, una volta sbarcati a Marsiglia, di raggiungere Parigi a piedi. Il viaggio ha inizio.
Il cinema francese ha nella propria storia di prodotti destinati al più vasto pubblico un film che molti ricordano per le risate ma anche per la commozione.

,

Venerdì 13,sabato 14, domenica 15/10 ore 21,00 e domenica ore 18,00

Martino Piccione è un chitarrista pugliese relegato a fare da supporter a musicisti di fama. A 48 anni sembra destinato a rimanere per sempre nell’ombra, anche se il suo talento meriterebbe le luci della ribalta. Dopo una tournée con Jovanotti Martino torna alla nativa Ginosa, piccolo centro della Murgia tarantina, dove ritrova l’anziana madre Natuzza e i paesani che continuano a chiedergli quando si troverà un lavoro vero e smetterà di giocare. Solo l’amico di sempre Peppino Quaglia, cialtrone perdigiorno parcheggiato con l’Ape nella piazzetta del paese, sembra capirlo, e quando il chitarrista decide di sparire dalla circolazione per attirare su di sé l’attenzione dei media Peppino lo appoggia e lo assiste, a modo suo.